banner

La Congregazione delle Suore Ospedaliere del Sacro Cuore di Gesù è stata fondata a Ciempozuelos-Madrid (Spagna) il 31 maggio 1881, da San Benito Menni, sacerdote dell’Ordine di San Giovanni di Dio, insieme con María Josefa Recio e María Angustias Giménez, scelti da Dio per rispondere alla situazione sanitaria di abbandono e di esclusione sociale che vivevano in quel tempo i malati di mente, unendo due criteri fondamentali: carità e scienza.

In quel tempo, l’incuria tradizionale dei malati e la mancanza di un’adeguata assistenza sanitaria pubblica, erano più evidenti nel caso dei malati mentali, dei bambini con malformazioni ossee, affetti da scrofola, tubercolosi o altre malattie, ridotti all’emarginazione e abbandonati al loro destino.

Gli inizi sono particolarmente difficili. La grandezza dell’impresa, la mancanza di mezzi e di risorse economiche e assistenziali furono compensate dalla generosa dedizione delle suore e dai servizi personali e materiali di alcuni collaboratori, benefattori e volontari.

La notevole crescita dell’assistenza sanitaria pubblica, sia a livello di strutture che di personale e risorse materiali, in particolare nei paesi sviluppati, non oscura la scena originale che regnava all’epoca della fondazione della Congregazione: l’essere umano che soffre a causa della malattia e delle limitazioni della propria società, presta l’attenzione umana e le cure assistenziali necessarie.

È per questo che la missione e lo spirito della fondazione della Congregazione, non solo continuano a vivere, ma sono necessari per aiutare il grave problema sanitario dei più emarginati

La missione e lo spirito fondatori della Congregazione continuano tuttora a vivere