banner

L’attenzione di Milano, situata nel nord dell’Italia, è uno dei più importanti centri commerciali e finanziari del mondo. Si tratta della principale città dell’Italia settentrionale, capoluogo della provincia di Milano e della regione Lombardia. La città è legata all’ospitalità, perché è qui che l’11 marzo 1841 nacque il quinto figlio di Luigi e Luigia Figini Menni, che chiamarono con il nome di Angelo Ercole, oggi San Benito Menni.

I luoghi importanti per la storia dell’ospedale sono:

La Chiesa di Maria alla Fontana, a pochi passi dall’abitazione dei Menni, dove gestivano un negozio di legname. In questa chiesa parrocchiale, Angelo ricevette il sacramento del battesimo lo stesso giorno della sua nascita e più tardi la cresima. In un lato, vi è una cappella dedicata a San Benedetto Menni, con un ritratto del Santo dipinto dal pittore Alberto Venditti.

Sotto la chiesa vi è un santuario del XVI secolo al cui centro si ergeva la sorgente miracolosa, ora sostituita da una pietra medievale dotata di undici tubi, in una posizione ritenuta quella originale.

La Stazione Centrale di Milano dove il giovane Angelo Ercole Menni prestò la propria attività assistenziale come volontario accogliendo numerosi soldati feriti provenienti dal fronte di Magenta, a 20 km da Milano, durante la guerra di indipendenza scoppiata tra Italia e Austria (1859), trasportando i feriti all’ospedale di Santa Maria Aracoeli dei Frati di San Giovanni di Dio (il Fatebenefratelli). Fu lì che, a contatto con il dolore e vedendo l’esempio dei fratelli, decise di seguire Gesù nell’Ordine Ospedaliero.

La Cattedrale di Milano (chiamata Duomo, “Casa di Dio”) è uno splendido monumento di stile gotico e facciata neogotica. Una delle 2.245 statue che adornano il perimetro esterno è dedicata al nostro Fondatore.

La Certosa di Pavia è un monastero di stile gotico situato nei pressi della piccola città di Pavia, a 40 km da Milano. Angelo Ercole fece qui il suo primo ritiro all’età di diciassette anni, promettendo di: “Confidare nel Signore e in sua Madre e nella generosità di Dio (…) senza riguardo per l’amor proprio. né scoraggiarmi per ciò che gli uomini possano dire”.

Nel 1955 nell’antica Villa Bassi-Roncaldier di Albese, città a 40 km da Milano, la provincia italiana aprì un centro per l’assistenza alle persone affette da patologie mentali, chiamato Villa San Benedetto. Oggi è un complesso ospedaliero con oltre 200 posti letto, servizi diurni e ambulatoriali, la Casa di Cura San Benedetto Menni.